Anca

L'anca è una delle articolazioni più flessibili e più importanti del nostro corpo. Ci permette di camminare, correre e saltare, salire e scendere le scale. L’anca sostiene un carico notevole. Si tratta dell’articolazione che sostiene il carico più elevato di tutto il corpo. L’anca è un’articolazione sferica che compie movimenti molto ampi. Su di essa gravano carichi molto superiori al peso corporeo per via delle tensioni muscolari coinvolte nel mantenere l’equilibrio della persona.

L’anca è un’articolazione composta dal cotile e dalla testa del femore, il primo di forma concava accoglie la seconda di forma sferica. Entrambi i versanti sono rivestiti dalla cartilagine articolare.

L’ortopedico dell'anca sarà in grado di diagnosticare e curare i problemi di questa articolazione cosi importante nella vita di tutti i giorni.

Rivolgersi ad un ortopedico specialista dell'anca rappresenta la scelta più adeguata quando ci si deve sottoporre ad una visita perché egli è un medico che si è specializzato nelle patologie dell'anca e si è affinato nello studio delle tecniche chirurgiche per il trattamento delle patologie dell'anca.

Visita ortopedica dell'anca
Richiedi una visita ortopedica dell'anca al dottor Vinicio Perrone, una visita specialistica per identificare problemi a carico dell'articolazione. Per una completa Diagnosi e cura delle patologie dell'anca.

L'ortopedico dell'anca, dopo un'attenta valutazione clinica e strumentale, opterà per la tecnica più appropriata. Il medico proporrà sempre il trattamento più conservativo cercando di optare per la soluzione più immediata e meno invasiva. Visita ortopedica dell'anca per malformazioni congenite o degenerative.

Patologie dell’anca

Ortopedia dell’anca

Le principali patologie dell’anca sono svariate: lesioni traumatiche, malattie degenerative, infiammatorie ed infettive.
Le patologie più comuni che possono interessare l’articolazione dell’anca sono le seguenti.

  • Coxartrosi o Artrosi dell’Anca
  • Artrosi primarie e secondarie
  • malformazioni congenite
  • post traumatiche
  • Postumi di epifisiolisi
  • Osteonecrosi
  • Impingment, o conflitto femoro-acetabolare
  • Malattia di Paget
  • Artrite reumatoide
  • Reumatismo psoriasico
  • Artrite cronica giovanile (ACG) (artrite cronica dell’infanzia)
  • Coxalgia
  • Artrite settica
  • Osteonecrosi idiopatica dell'anca (OITF)

L’anca è un’articolazione composta dal cotile e dalla testa del femore, il primo di forma concava accoglie la seconda di forma  sferica. Entrambi i versanti sono rivestiti dalla cartilagine articolare.

L’anca può fare male per diverse cause. Sicuramente la coxartrosi rappresenta la patologia invalidante  più importante per l’anca. Ma anche le artriti (reumatoide, psoriasica), la necrosi della testa del femore, il conflitto femoro-acetabolare e l’anca a scatto possono causare dolore e limitare il movimento in modo più o meno severo.

Altre volte l’anca può far male per un disturbo della colonna lombare, dell’articolazione sacro-iliaca o del ginocchio: in questi casi risolvendo la patologia di base si risolverà il dolore riferito all’anca.

I difetti di sviluppo dell’anca, da diagnosticare nei primi giorni di vita, vanno sempre ricercati ed ev. trattati. La displasia dell’anca trova un efficace trattamento semplicemente facendo uso di un divaricatore. Invece nei primi anni di vita, l’osservazione di un bambino che deambula con piedi ruotati  all’interno deve far pensare ad una anca antiversa e, quanto prima, bisogna porre in atto tutte le opportunità terapeutiche per evitare ulteriori danni nell’età adulta.

Nel soggetto adulto può comparire dolore e limitazione in alcuni movimenti estremi dell’anca. In questi casi una radiografia può evidenziare un cotile molto avvolgente nei confronti della testa femorale, in altri casi la testa femorale perde la sua sfericità. Trattasi di una patologia chiamata conflitto femoro acetabolare (FAI) che purtroppo predispone all’instaurarsi di un’artrosi precoce dell’anca. In questi casi il trattamento artroscopico permette di ricostruire la normale anatomia dei capi articolari eliminando il conflitto.

FAI: conflitto femoro acetabolare tipo pincer: cotile avvolgente.

La coxartrosi, cioè il consumo graduale delle superfici articolari ed in particolare della cartilagine articolare, rappresenta verosimilmente la patologia più importante dell’anca. Inizialmente il dolore si manifesta dopo un esercizio fisico prolungato e faticoso ma, con l’avanzare della malattia, il dolore è presente anche a riposo. Difetti di sviluppo dell’anca portano allo sviluppo di una artrosi dell’anca ma anche una cattiva postura, lavori faticosi, l’obesità, gli esiti di fratture possono contribuire all’insorgenza della malattia. Nelle forme iniziali di coxartrosi l’acido ialuronico possono aiutare ad alleviare i sintomi. L’innesto di cellule adipose (Lipogems, Lipocell) rappresenta al momento la migliore procedura per ricreare un ambiente articolare favorevole alla ripresa funzionale dell’anca attraverso la rigenerazione della cartilagine articolare dell’anca.

l tessuto adiposo addominale rappresenta la sede ideale per il prelievo di cellule mesenchimali da innestare nell’anca.

Il dolore resistente ai comuni trattamenti può trovare sollievo con la radiofrequenza che “stordisce” i nervi sensitivi dell’anca: procedura efficace soprattutto per chi non può optare per la via chirurgica. 

Nei casi di avanzata degenerazione articolare, l’impianto di una protesi di anca permette un recupero articolare completo e rapido. I moderni approcci chirurgici estremamente rispettosi dei muscoli periarticolari (accessi minivasivi) e la scelta di modelli protesici di piccole dimensioni (miniprotesi) consentono di recuperare in maniera ottimale e veloce il nostro paziente.

Parte integrante di questo percorso virtuoso è sicuramente il protocollo “Fast Track” che permette di eliminare le perdite di sangue, ridurre drasticamente il dolore post-operatorio, recuperare la piena articolarità entro le prime 6 ore e poter dimettere il paziente già dopo 3 giorni.

Inoltre, attraverso l’adozione di questi protocolli avanzati è possibile sottoporre il paziente ad impianto di protesi bilaterale di anca simultaneamente con indubbi vantaggi.

Trattamenti dell'anca

Dott. Vinicio Perrone

Medico Chirurgo
Specialista in ortopedia e Traumatologia

Esperienza consolidata clinica e chirurgica in ambito Ortopedico Traumatologico con oltre 2700 interventi chirurgici eseguiti come primo operatore.

  • Capacità di dialogo con il paziente in modo chiaro e semplice, onestà intellettuale.
  • Rapidità nella diagnosi, grazie alla ventennale esperienza clinica e chirurgica ospedaliera il dottore, già nella prima visita, è in grado di definire la patologia. Grazie anche all'esperienza all'estero è a conoscenza di tecniche innovative e all'avanguardia.
  • Il trattamento chirurgico è l'ultima soluzione che il dottore propone al paziente. Viene preso in considerazione solo dopo che altre terapie mediche e riabilitative non hanno portato a benefici evidenti. Il dottore cerca di evitare di sottoporre il paziente ad indagini diagnostiche inutili con evidente risparmio di costi e attese.
  • Massima cura e attenzione nel seguire il paziente nel post-operatorio avvalendosi della collaborazione di fisioterapisti di alto profilo.
Maggiori informazioni

Second Opinion

Desideri ricevere una consulenza a distanza?, una conferma su una diagnosi ortopedica o una opinione su un trattamento da iniziare o in corso?

La second opinion rappresenta una strategia utile nella discussione del percorso clinico-terapeutico anche coinvolgendo altre figure professionali. Una volta valutato il caso, il Dr Vinicio Perrone suggerirà le migliori pratiche cliniche disponibili, eventualmente coinvolgendo altre figure specialistiche ove la complessità del caso lo richieda.

Un servizio unico e personalizzato focalizzato sulle specificità del paziente.
La seconda opinione è giustificata dal diritto del malato ad avere una conferma sia sulla diagnosi che sui trattamenti proposti.

  • avere conferma di una diagnosi
  • avere ulteriori informazioni per decidere fra un trattamento conservativo o chirurgico
  • avere maggiori dettagli per poter decidere fra gli accertamenti proposti
  • valutare le diverse opzioni di trattamento, risultati attesi e rischi relativi.
Maggiori informazioni
Richiedi un Appuntamento

Richiedi Appuntamento

Per informazioni chiama il +39 347 0028 688.

Oppure scrivi a questa email vinicio.perrone@vinicioperrone.com e sarai ricontattato quanto prima.

Oppure invia un messaggio:

    Dott. Vinicio Perrone

    Medico Chirurgo
    Specialista in ortopedia e Traumatologia

    Domus Medica s.r.l.
    P.IVA 05198560756

    Links

    Cerca nel sito

    Feedback

    Copyright 2022 Dott. Vinicio Perrone All Right Reserved. - Web by Conceptio – Support by Exedere Web Marketing

    Contattaci
    327 722 56 72
    WhatsApp