La malattia di De Quervain

'

La malattia De Quervain o sindrome di De Quervain consegue ad una un processo infiammatorio a carico della guaina sinoviale dei tendini diretti al pollice: l’abduttore lungo e l’estensore breve.
La guaina sinoviale che raccoglie i due tendini passa sopra una sporgenza ossea del radio chiamata stiloide: è a questo punto che si crea una frizione dolorosa durante lo scorrimento tendineo.

La malattia si presenta spesso nei lavoratori manuali che usano molto la mano ed in particolare movimenti di presa con il pollice rotazione con il polso.

Il sintomo caratteristico è il dolore e la tumefazione a livello del versante laterale del polso, talvolta si ode un rumore graffiante ai movimenti del pollice.

Nelle fasi iniziali il trattamento della malattia è conservativo: la sospensione temporanea di tutte le attività manuali può essere sufficiente a spegnere il processo infiammatorio cronico. Altre volte può essere necessario ricorrere all’uso di un tutore che immobilizza il polso e parte del pollice.

Il trattamento chirurgico viene eseguito in anestesia locale: attraverso una piccola incisione viene aperto il canale all’interno del quale scorrono i tendini estensori del pollice. Completato l’intervento chirurgico, della durata di 5 minuti, si applicherà una semplice medicazione sulla ferita chirurgica. L’intervento è risolutivo e gli effetti positivi sono immediati, al punto che non è necessaria alcuna restrizione nelle attività solitamente svolte.

LA TECNICA MININVASIVA SI ESEGUE IN ANESTESIA LOCALE, NON RICHIEDE RICOVERO, NON È NECESSARIA ALCUNA IMMOBILIZZAZIONE, DAL GIORNO STESSO SI PUÒ RIPRENDERE L’USO COMPLETO DELLA MANO.